sabato 13 agosto 2016

La lungimiranza di Fidel



Oggi Fidel compie 90 anni. Nel fargli gli auguri vogliamo cogliere l’occasione per ringraziarlo ancora una volta per la sua coerenza e la sua lungimiranza. Riproponiamo a conferma di ciò la traduzione ed il video del discorso pronunciato nel 1992 (quasi un quarto di secolo fa) al  Vertice della Terra di Rio de Janeiro. Fidel, in poco più di cinque minuti dei sette assegnati ad ogni intervento, denunciò in maniera chiara e senza retorica la catastrofe ambientale, climatica e sociale che il capitalismo stava provocando. Le sue parole, furono giudicate apocalittiche ed ideologiche da molti di quei leader mondiali che il pensiero convenzionale identificava come “realisti” ed “esperti.” Chi si ricorda ora di quei nani? E che cosa dire dei governanti lì presenti – Menem, Fujimori, Kohl ed altri della loro stessa specie – che fecero orecchio da mercante davanti al discorso di Fidel e che con criminale malafede hanno proseguito le loro politiche neoliberiste aggravando ormai forse irrimediabilmente i problemi sociali ed ambientali del Pianeta?
Felices noventa años Fidel y gracias por tu ejemplo!
Italia-Cuba Senigallia.

per inviare gli auguri a Fidel per i suoi 90 anni:  comandante@jovenclub.cu

-----------------------------------------------
Rio de Janeiro,  il 12 giugno 1992.
Sig. Presidente del Brasile, Fernando Collor de Mello; Sig. Segretario Generale delle Nazioni Unite, Butros Ghali; Eccellenze:
Un’importante specie biologica corre il rischio di sparire per la rapida e progressiva distruzione dalle sue condizioni naturali di vita: l’uomo.
Ora prendiamo coscienza di questo problema, quando è quasi tardi per impedirlo.
È necessario segnalare che le società consumistiche sono le principali responsabili dell’atroce distruzione dell’ecosistema. Sono nate dalle antiche metropoli coloniali e dalle politiche imperiali che, a loro volta, hanno generato il ritardo e la povertà che oggi colpiscono l’immensa maggioranza dell’umanità.
Il 20% della popolazione mondiale, da solo, consuma due terzi dei metalli e  tre quarti dell’energia prodotta nel mondo. Hanno avvelenato i mari e i fiumi, hanno inquinato l’aria, hanno indebolito e perforato la cappa di ozono, hanno saturato l’atmosfera di gas che alterano le condizioni climatiche con effetti catastrofici che cominciamo già a soffrire.
I boschi spariscono, i deserti si estendono, migliaia di milioni di tonnellate di terra fertile vanno ogni anno a fermare il mare. Numerose specie si estinguono. La pressione sulle popolazioni e la miseria inducono a sforzi disperati per sopravvivere, anche a costo della natura. Non è possibile incolpare di questo i paesi del Terzo Mondo, ieri colonie e oggi nazioni sfruttate e saccheggiate da un ordine economico mondiale ingiusto.
La soluzione non sta nell’impedire lo sviluppo di coloro che più lo necessitano. La realtà è che tutto ciò che oggi contribuisce al sottosviluppo e alla povertà costituisce una flagrante violazione dell’ecologia. Decine di milioni di uomini, donne e bambini muoiono ogni anno nel Terzo Mondo a conseguenza di questo, più che in ognuna delle due Guerre Mondiali. Lo scambio disuguale, il protezionismo e il debito estero aggrediscono l’ecologia e portano alla distruzione dell’ecosistema. Se si vuole salvare l’umanità da questa autodistruzione, è indispensabile  distribuire meglio le ricchezze e le tecnologie disponibili sul pianeta. Meno lussi e meno sperpero in pochi paesi, per avere  meno povertà e meno fame in gran parte della Terra. Non più trasferimenti al Terzo Mondo di stili di vita e di abitudini di consumo che rovinano l’ecosistema. Rendiamo più razionale la vita umana. Applichiamo un ordine economico internazionale giusto. Utilizziamo tutta la scienza necessaria per uno sviluppo sostenuto senza inquinamento. Paghiamo il debito ecologico e non il debito estero. Scompaia la fame, non l’uomo.
Quando le presunte minacce del comunismo sono svanite e non rimangono più pretesti per le guerre fredde, le corse agli armamenti e le spese militari, che cosa impedisce di dedicare immediatamente queste risorse alla promozione e allo sviluppo del Terzo Mondo, e combattere la minaccia di distruzione ecologica del pianeta? Basta con gli egoismi, basta con gli egemonismi, basta con l’insensibilità, l’irresponsabilità e l’inganno.
Domani sarà troppo tardi per fare ciò che avremmo dovuto fare molto tempo fa.
Grazie.






Leggi tutto...

martedì 19 luglio 2016

Lunedì 25 luglio, Moie di Maiolati Spontini.



Lunedì 25 luglio 2016 a Moie di Maiolati Spontini in piazza Kennedy dalle ore 18:00 si terrà la  “Pastasciutta antifascista”, festa organizzata dalle sezioni ANPI di Jesi, Moie, Serra San Quirico, Ostra, Chiaravalle e Ancona.
L’evento nasce dalla voglia di festeggiare e richiamare alla memoria il 25 luglio del 1943, quando fu grande festa in tutto il Paese per la caduta del fascismo e la famiglia Cervi a Campegine, insieme ad altre, portò la pastasciutta in piazza nei bidoni per il latte. La festa sarà in collegamento con l’Istituto Cervi di Gattatico (RE) e altre decine di piazze italiane in cui si svolgerà in contemporanea la “Pastasciutta antifascista”.
A tutti i partecipanti la pasta verrà offerta gratuitamente, inoltre saranno presenti stand gastronomici. La serata sarà animata dalla musica del gruppo musicale “Gang”, dal Coro 24 marzo e dal Dj Mescal, oltre che da mostre fotografiche.
Saranno presenti i banchetti delle sezioni ANPI, organizzatrici dell’evento, e delle seguenti associazioni: CGIL, FIOM, SPI, Movimento delle Agende Rosse Ancona e Provincia, Italia Cuba Senigallia, Arci Jesi e Fabriano, Casa delle Culture Jesi, Casa delle Donne Jesi, Emergency, Consulta per la Pace Jesi, Casa delle Culture Moie, Centro Studi Libertari Jesi, Ya Basta Marche, Comitato per il No Jesi e Vallesina.
La festa è organizzata in collaborazione con il Comune di Maiolati Spontini, La ProLoco di Moie,  CGIL Jesi, FIOM Jesi, SPI Jesi, Assiadriatica, COOP Alleanza 3.0, Liomatic.
Partecipate numerosi!


Leggi tutto...

giovedì 14 luglio 2016

14/15/16 luglio al Forte Altavilla - Pietralacroce AN


Il Circolo "Sado Sadovski" sarà presente, come da tradizione, alla XXVIII^ edizione della Festa per la Libertà dei Popoli.
Vi aspettiamo nei giorni 14-15-16 luglio al Forte Altavilla - Pietralacroce, Ancona. Leggi tutto...

lunedì 11 luglio 2016

Guerra continua.

di Alessandra Daniele
Giovedì notte a Dallas quello che è stato per anni un massacro unilaterale è diventato una guerra a tutti gli effetti.
Il cecchino che ha ucciso cinque poliziotti non l’ha fatto perché li ritenesse personalmente responsabili della sistematica strage di afroamericani che aveva contato due nuove vittime il giorno prima, ma per la divisa che portavano, considerata ormai quella d’un esercito nemico, una forza d’occupazione.
Per i loro colori, compresi quello bianco della pelle, perché i colori del nemico.
Gli USA sono in guerra ai quattro angoli del mondo come al loro interno.
La guerra è ciò che li contraddistingue da sempre, nella realtà fisica come nell’immaginario collettivo.
La guerra è la loro religione di Stato, il loro fuoco zoroastriano che arde perennemente, il principale motore di molte loro industrie chiave, compresa quella dello spettacolo.
Il bagno di metallo fuso col quale vogliono purificare il mondo.
La fornace nella quale forgiano la loro identità nazionale, e nella quale la loro identità nazionale si dissolve.
Il cecchino, afroamericano reduce dall’Afghanistan, è stato ucciso con un drone esplosivo molto simile a quelli usati in Afghanistan.
Il giorno dopo, un altro afroamericano è stato ammazzato dalla polizia.
Il fronte eterno e infinito sul quale gli americani combattono percorre tutto il pianeta.
Non c’è ritorno a casa, non c’è tregua.
La guerra continua.

Leggi tutto...

venerdì 24 giugno 2016

Martedì 12 luglio ore 21:00 CENA DI SOLIDARIETA’




Care/i compagne/i
L’associazione Amicizia Italia Cuba di Senigallia/Ancona organizza
Martedì 12 luglio ore 21:00
CENA DI SOLIDARIETA’
Presso Enoteca Ristorante Vintage
Via I° Maggio 1 fraz. Coppo – SIROLO AN (venendo da Ancona, dopo American Bar Coppo, 200 mt a Sx
CENA con il seguente menù:
· Lasagna di pesce
· Alici scottadito
· Zuppa inglese
. Vino, acqua, e naturalmente Ron Cubano!
Il ricavato della serata (al costo di € 20 / bambini fino a 10 anni € 10) sarà INTERAMENTE DEVOLUTO ALL’ACQUISTO DEI FARMACI ANTITUMORALI PEDIATRICI da inviare a Cuba ancora sotto embargo economico, i posti sono limitati quindi è necessario prenotarsi entro VEN 08/07 telefonando ai seguenti nr:
Vintage 071/9330976 - Peppe 339/8242575 – Gianmaria 329/3657360
Chi lo vorrà potrà inoltre cogliere l'occasione per rinnovare la tessera annuale.
Italia-Cuba Senigallia
Leggi tutto...